I Nostri Principi Ispiratori

L’organizzazione della Cooperativa e le sue diverse attività hanno subìto, nel tempo, diversi adattamenti dovuti sia alle inevitabili trasformazioni del fenomeno tossicodipendenza sia al succedersi di persone e luoghi. Possiamo però individuare alcuni punti fermi del nostro progetto.

In primo luogo l’accoglienza: il percorso terapeutico attuato è frutto di riflessioni e di notevoli cambiamenti nel corso degli anni. Quello che non cambia è certamente il valore dell’Accoglienza, inteso come strumento per rendere le persone protagoniste della loro vita, attraendole con il piacere dello stare insieme e del fare attività costruttive e coinvolgenti.

Accogliere è anche tranquillizzare e far sentire a proprio agio, allo scopo di far riemergere attitudini e voglia di rimettersi in gioco, accettare se stessi ed imparare a relazionarsi con gli altri. E’ mettere, al posto dei sensi di colpa, nuove e concrete azioni che restituiscano fiducia e dignità. Ancora, è esaltare il bello che è dentro ognuno di noi, attraverso poche regole di buon senso e fornendo diverse possibilità di impegno.

Il territorio è invece il terreno su cui chi è emarginato vive e sperimenta la complessa drammaticità della sua situazione. E’ il mondo delle sue origini, dei suoi affetti, dei suoi punti di riferimento più o meno stabili, più o meno frammentati. Ma allo stesso tempo può divenire il luogo in cui la solidarietà si attua e si fa visibile e dove l’ideare, il progettare e il costruire insieme aiuta ad abbattere le barriere dell’indifferenza e del rifiuto.

Coerentemente con questa visione, la Cooperativa si impegna a realizzare la sua attività sulla base di alcuni principi fondamentali, quali:

• L’uguaglianza: tutti coloro che sono impegnati e coinvolti nelle attività della Cooperativa sono tenuti ad assicurare, nello svolgimento delle proprie mansioni e compiti, la stessa attenzione e cura a tutte le persone che entrano in contatto con la Cooperativa stessa, senza distinzioni di sesso, razza, nazionalità, religione, lingua e opinioni politiche o culturali.

• L’imparzialità: l’applicazione del principio d’uguaglianza comporta che trattamenti e prestazioni siano erogate dal personale in modo obiettivo e senza interessi di parte.

• La partecipazione: vale a dire il coinvolgimento attivo dell’utente nel processo terapeutico, che tenga quindi conto delle sue peculiarità, aspirazioni e inclinazioni. Ciò comporta il diritto di accedere alle informazioni che lo riguardano e di formulare osservazioni, suggerimenti e reclami al fine di partecipare al processo di miglioramento del servizio attraverso le proprie valutazioni.

• L’efficienza ed efficacia: la Cooperativa si impegna ad assicurare prestazioni efficaci (cioè potenzialmente capaci di determinare effetti positivi per la salute) ed efficienti (ossia senza spreco di risorse).